Osteopatia

Cos’è l’OSTEOPATIA 

L’osteopatia è una professione sanitaria di primo contatto che si avvale di un approccio esclusivamente manuale per valutare e trattare le disfunzioni dei tessuti corporei che influenzano lo stato di salute della persona.

La medicina osteopatica promuove la salute, il recupero e la prevenzione di sintomi ricorrenti attraverso il suo trattamento non chirurgico e non farmacologico.

Bruxelles, European Federation of Osteopaths (FEO) 2010 

Nata negli USA alla fine del 1800, l’osteopatia pone l’accento sull’interrelazione tra struttura e funzione all’interno del corpo, facilita la capacità di auto-guarigione innata dell’organismo e promuove un approccio rivolto alla globalità della persona in tutti i campi della salute.

Indicazioni al trattamento: 

  • Muscolo-scheletrico: l’aspetto mio-articolare dell’osteopatia è il più conosciuto e rappresenta la grande maggioranza delle consultazioni osteopatiche poiché riarmonizza la dinamica ossea, muscolare e legamentosa, risulta particolarmente indicata nel trattamento di disturbi quali: Colonna vertebrale:dolori, disfunzioni e dismorfismi tipo: sciatiche, cruralgie, lombalgie, lombo-sciatalgie “colpo della strega”, ernie del disco, nevralgie intercostali, dorsalgie, cervicalgie, nevralgie cervico-brachiali, torcicollo, scoliosi ecc. Arti: dolori e disfunzioni di tutte le articolazioni come esiti distorsivi, tendiniti, periartriti ecc. Esiti traumatici: colpo di frusta, distorsioni.
  • Sfera craniale: dolori e disfunzioni come: cefalee, emicranie, acufeni, affezioni di carattere ortodontico (click e loco dell’Articolazione temporo mandibolare), nevralgie trigeminali, vertigini idiopatiche.
  • Viscerale: gastrite, ernia natale  reflusso castro-esofageo  colite, problemi digestivi e gonfiore, cistite, dolori legati al ciclo mestruale possono trovare rimedio nell’osteopatia.
  • Ambito neonata Pediatrico: Il trattamento neonatale è una caratteristica peculiare dell’intervento osteopatico, che agisce con scopo terapeutico e preventivo nei principali disturbi dall’età pediatrica, sin dai primi mesi di vita, quali: plagiocefalia e dismorfismi cranici posizionali, torcicollo, asimmetrie posturali infantili, piedini torti (forme lievi), displasia d’anca (per il riequilibrio della postura generale e in particolare del bacino), reflusso e vomito, coliche, stipsi, irritabilità, difficoltà di suzione, otiti ricorrenti e disturbi respiratori.
  •  Ostetriche e ginecologiche: donne in gravidanza, preparazione al parto, riequilibrio post – gravidanza, dolori e turbe del ciclo mestruale, dolore pelvico cronico, cistite interstiziale.
  • Neurovegetativo: stress, ansia, cefalee, emicranie.
  • Sportive: migliora le performance ed accelera i tempi di guarigione e recupero.

Vantaggi del trattamento osteopatico: 

  • Rapida soluzione della sintomatologia dolorosa e notevole riduzione dell’assunzione di farmaci.
  • L’osteopatia costituisce una valida integrazione al trattamento medico.

Controindicazioni 

Il campo d’azione dell’osteopatia è quello della medicina funzionale, che esclude tutte le lesioni anatomiche gravi, ma anche tutte le urgenze mediche. In questi casi, non si tratta più di cercare il “punto debole” che ha permesso l’instaurarsi della malattia, ma di agire urgentemente, poiché la patologia in causa non può più essere combattuta con le sole difese dell’organismo. Ad eccezione di questi casi, l’osteopatia aiuta a ritrovare lo stato di salute, a ristabilire il movimento dei differenti meccanismi e sistemi dell’organismo, preservare e mantenere l’equilibrio e la salute.

L’OSTEOPATIA NELLA CURA DEL BAMBINO – Dall’età neonatale
L’Osteopatia pediatrica utilizza trattamenti delicati adatti a tutte le fasi di crescita del bambino. I disturbi più comuni per i quali le mamme si rivolgono all’osteopata sono:
Dismorfismi craniali
Asimmetria posturale infantile
Torcicollo congenito
Rigurgito, reflusso e vomito
Coliche gassose
Stipsi
Difficoltà nella suzione
Disturbi respiratori

 

La dolce manualità rende il trattamento indicato sin dalle fasi neonatali, e nei casi in cui il parto è stato caratterizzato da un travaglio lungo e difficile o che ha richiesto l’utilizzo della ventosa. In queste condizioni possono venire a crersi asimmetrie evidenti del viso o della testa, o piccoli disturbi funzionali tali da creare nel neonato coliche gassose, rigurgito, torcicollo miogeno, asimmetrie posturali. Queste condizioni a volte possono essere maggiormente evidenti, mentre in casi lievi possono essere rilevate solo da un occhio attento. Ne sono un esempio quei bambini che hanno la tendenza di stare con il viso sempre girato dallo stesso lato. Per tale motivo una prima visita osteopatica è consigliata non solo al bambino che presenta evidenti sintomi evidenti, ma a qualsiasi neonato come screening per valutare la presenza di eventuali anomalie funzionali.
L’osteopatia agisce con scopo terapeutico e preventivo per riequilibrare le funzioni vitali. Si può iniziare sin dai primissimi giorni di vita, alcuni esempi:
– Plagiocefalie e dismorfismi cranici posizionali
– Torcicollo e Asimmetrie posturali infantili
– Piedini torti (forme lievi)
– Displasie d’anca (per il riequilibrio della postura generale e in particolare del bacino)
– Coliche gassose, stipsi
– Reflusso e vomito, Difficoltà di suzione
– Irritabilità e disturbi del sonno
– Otiti ricorrenti
– Disturbi respiratori

 

Visita – Trattamento Osteopatico
Visita – Trattamento Osteopatico Neonatale e Pediatrico